Le attività in architetture complesse prevedono necessariamente l’interazione con competenze e conoscenze distribuite tra più entità. Per far fronte quindi a situazione articolate, Firstel prevede la costituzione di Gruppi di Lavoro specifici da attivare sui progetti in cui è coinvolta.

L’ipotesi di collaborazione consiste quindi nel predisporre uno o più gruppi a seconda delle attività da portare avanti.

All’interno di queste strutture verranno unite le competenze metodologiche, di analisi e tecniche necessarie al fine supportare le attività e gli obiettivi fissati.

Particolarmente importante è il ciclo di definizione e il rispetto degli step di deployment delle soluzioni affinché le ultime fasi siano in completa efficienza funzionale. Questa attività prevede il pieno supporto ed impegno di Project Management il quale deve necessariamente garantire:

  • analisi iniziale e documentazione progettuale (incluso il test plan);
  • definizione dei milestones e verifiche sull’andamento del progetto;
  • controllo e documentazione sulle attività;
  • organizzazione e coordinamento con le altre entità concorrenti al progetto;
  • gestione del test ed eventuali cicli di revisione;
  • organizzazione e coordinamento training;
  • organizzazione e coordinamento per la messa in produzione.

Per la gestione dei servizi a supporto della fornitura, Firstel nomina un Responsabile del Servizio che assume i compiti e le responsabilità di seguito indicate (Figura di Project Management):

  • Interfaccia primaria verso gli interlocutori, coinvolti a contorno del progetto assegnato;
  • Relatore principale alle sessioni meeting per lo status avanzamento lavori nei progetti complessi;
  • Prima interfaccia tecnico / commerciale per le comunicazioni da / verso il cliente
  • Supervisione e coordinamento delle attività derivanti dal progetto concordato;
  • Pianificazione e monitoraggio dell’installazione;
  • Supervisione e coordinamento delle attività di personalizzazione del sistema;
  • Supervisione e coordinamento delle attività di training del personale (Operatori, SPV, ecc.);

Questo profilo, di fatto, offre una spiccata capacità nella gestione di attività specialistiche fornite per la gestione ed il coordinamento di progetti complessi.

Le doti richieste a questo profilo sono:

  • Cultura Medio / Alta (Laurea o specializzazione equivalente);
  • Esperienza pluriennale (minimo 5 anni) nella gestione di progetti complessi;
  • Attitudine alla Leadership;
  • Spiccato indirizzamento al Problem Solving;
  • Ottime doti comunicative;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese;
  • Capacità di relazione a più livelli;
  • Conoscenza approfondita sull’utilizzo dei pacchetti software quali MSOffice, inclusi MS Project, MS Visio, ecc.
  • Conoscenza base delle problematiche tipiche delle piattaforme informatiche;
  • Conoscenza base delle problematiche tipiche delle piattaforme di comunicazione (Telefoniche / IP);
  • Conoscenza base delle problematiche di security in ambienti CTI (Computer & Telephony Integration).

Il ruolo di project manager include le attività di progettazione e pianificazione del progetto, comunicazione con Clienti/team, controllo dei costi, verifica del progetto, elaborazione di report e risoluzione dei problemi, interfacciamento primario verso il cliente.

Il Project Manager, opera in qualità di concentratore e coordinatore delle attività e delle comunicazioni tra le aziende coinvolte nel progetto.

Altrettanto può rendersi necessario individuare nelle altre entità coinvolte nel progetto (il Cliente, terze parti) una analoga figura o funzione, affinché possano essere svolte anche con dinamismo le diverse fasi progettuali a processo sequenziale piuttosto che parallelo, avendo comunque sempre uno specifico riferimento di visione globale.

Questa attività prevede il pieno supporto ed impegno di Project Management il quale deve necessariamente garantire:

  • Analisi iniziale e documentazione progettuale (incluso il test plan);
  • Definizione dei milestones e verifiche sull’andamento del progetto;
  • Controllo e documentazione sulle attività;
  • Organizzazione e coordinamento con le altre entità concorrenti al progetto;
  • Gestione del test ed eventuali cicli di revisione;
  • Organizzazione e coordinamento training;
  • Organizzazione e coordinamento per la messa in produzione

Attività specialistica fornita per l’analisi di aspetti architetturali ed applicativi. Un esperto di prodotto è disponibile per supportare il Cliente a realizzare i propri obiettivi.

Le competenze offerte sono focalizzate verso il mondo dei Contact Center, ma anche alle reti convergenti ed alle applicazioni che ne utilizzano il trasporto.

Il lavoro dell'analista può essere suddiviso in due fasi nella prima il suo compito è quello di analizzare ed interpretare le esigenze degli utenti in affiancamento al project manager; nella seconda si incarica della progettazione, codifica e documentazione, collaudo e manutenzione dei programmi (software) creati o personalizzati in risposta a tali esigenze.

L'analista è perciò colui che sviluppa l'analisi di un problema in termini informatici, e partecipa anche alla stesura dei programmi. L'analista opera in genere all'interno di realtà dotate di propri centri di elaborazione, nelle software house, in società di servizi, studi di consulenza, centri di ricerca nonché in ambito universitario. I tempi medi di un progetto cui un analista prende parte prendono il via da circa 15 giorni, ma su un caso particolarmente complesso o di grandi dimensioni il suo lavoro può protrarsi anche oltre i 12 mesi di attività. Il lavoro dell'analista si svolge a ritmi serrati, spesso si lavora "a scadenza" per cui i suoi orari risultano piuttosto flessibili.

Le doti richieste a questo profilo sono:

  • Cultura Medio / Alta con specializzazione ad indirizzo tecnico / scientifico;
  • Conoscenza approfondita dei linguaggi di programmazione maggiormente diffusi;
  • Conoscenza approfondita sull’utilizzo dei pacchetti software quali MSOffice, inclusi MS Project, MS Visio, ecc.;
  • Esperienza pluriennale (minimo 3 anni) all’interno di progetti complessi;
  • Capacità di coordinamento del team Programmatori eventualmente coinvolto nel progetto;
  • Spiccato indirizzamento al Problem Solving;
  • Discrete doti comunicative;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese;
  • Conoscenza approfondita delle problematiche tipiche delle piattaforme informatiche;
  • Conoscenza approfondita delle problematiche tipiche delle piattaforme di comunicazione (Telefoniche / IP);
  • Conoscenza approfondita delle problematiche di security in ambienti CTI (Computer & Telephony Integration).

Attività specialistica fornita per l’installazione, configurazione e messa a punto dei sistemi forniti. Specificatamente Firstel offre consulenza per Analisi dei processi, Work-Flow Design/Optimization, Organization set up, Personalized Services.

Inquadrare gli skill di cui ha bisogno un sistemista è limitativo, visto che di fatto, in molte realtà, un sistemista può gestire e configurare hardware e software eterogenei che richiedono conoscenze ed esperienza multilivello.

Le attività sistemistiche su sistema variano a seconda delle funzioni del progetto e del contesto lavorativo in cui il sistema dovrà essere calato.

Generalmente il sistemista si occupa di:

  • Partecipa a riunioni e fornisce la propria opinione sulla definizione dell'infrastruttura informatica e la scelta e il dimensionamento dell'hardware da utilizzare;
  • Installa i sistemi;
  • Esegue le procedure di post-installazione standard (aggiornamento software, rimozione servizi inutili, hardening del sistema, installazione di script e procedure custom);
  • Installa, configura e testa i servizi richiesti per la macchina;
  • Monitora le performance, la sicurezza e le funzionalità del sistema;
  • Assiste ed asseconda, dove possibile, le richieste dirette o indirette degli utenti del sistema (sviluppatori e utenti dei servizi);
  • Esegue i backup ed ripristino dei dati sino al collaudo dell’impianto;
  • Automatizza varie procedure nel sistema;
  • Documenta approfonditamente il lavoro svolto.

Il sistemista deve:

  • Essere interpellato per una consulenza sulle tecniche più adeguate per le esigenze richieste;
  • Occuparsi dell’installazione dei sistemi;
  • Stilare una procedura standard di post installazione a cui attenersi;
  • Installare e configurare i servizi necessari per il sistema, sempre testandoli a dovere;
  • Verificare i log di sistema, implementa le procedure di controllo del sistema;
  • Raccogliere informazioni dagli utenti;
  • Impostare il backup dei dati ed eseguire test di recupero;
  • Formare il personale operativo per il corretto utilizzo del sistema

Alcune considerazioni importanti sul ruolo del Sistemista:

La documentazione è fondamentale: permette di mantenere memoria storica del funzionamento dei sistemi e mette in grado il sistemista di delegare a colleghi meno esperti o appena arrivati di svolgere correttamente il lavoro che dovrebbe svolgere da solo.

La partecipazione alle decisioni tecniche va richiesta con la giusta insistenza. Se si individua un’attività tecnicamente discutibile, è doveroso per il sistemista quantomeno esprimere il proprio dissenso e suggerire le alternative più adeguate.

Nonostante il knowledge generalmente vasto e variegato che spesso un sistemista deve avere, il suo compito di fatto è oscuro ai molti e a volte considerato di importanza trascurabile. Di solito ci si accorge del contrario quando un sistema in produzione va down e qualcuno deve farlo tornare a funzionare.

L'utente che usa i servizi della macchina o lo sviluppatore che riempie i contenuti di un sito web, per quanto generalmente poco sensibili alle esigenze e condizioni del sistemista, NON può e NON deve essere considerato un avversario. Di fatto è il motivo per cui il sistemista lavora. Importante è formarlo all'uso del sistema e capire cosa gli serve per ridurre problemi e tempi di implementazione.

Per quanto possibile è sempre consigliabile mantenere hardware e software omogenei: hardware dello stesso fornitore e non eterogeneo riduce complicazioni e velocizza la sostituzione di pezzi di ricambio. Sistemi allineati (stesso OS, stessa distribuzione, stessa versione) rendono più facile, comoda e rapida l'attività sistemistica: gli aggiornamenti di software e kernel possono essere più rapidi e viene ottimizzato il tempo per seguire le problematiche di sicurezza di un sistema operativo.

Le doti richieste a questo profilo sono:

  • Cultura Medio / Alta con specializzazione ad indirizzo tecnico / scientifico;
  • Conoscenza approfondita dei linguaggi di programmazione maggiormente diffusi;
  • Conoscenza approfondita per l’installazione e la configurazione delle piattaforme tecnologiche in uso;
  • Conoscenza approfondita sull’utilizzo dei pacchetti software quali MSOffice, inclusi MS Project, MS Visio, ecc.;
  • Esperienza pluriennale (minimo 3 anni) all’interno di progetti complessi;
  • Spiccato indirizzamento al Problem Solving;
  • Capacità di lavorare in Team;
  • Capacità di lavorare per Obiettivi;
  • Discrete doti comunicative;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese;
  • Conoscenza approfondita delle problematiche tipiche delle piattaforme informatiche;
  • Conoscenza approfondita delle problematiche tipiche delle piattaforme di comunicazione (Telefoniche / IP);
  • Conoscenza approfondita delle problematiche di security in ambienti CTI (Computer & Telephony Integration).

Il Programmatore informatico, utilizzando i linguaggi di programmazione sviluppa o personalizza applicazioni software che soddisfano specifiche esigenze.

Si tratta di una figura che è soprattutto presente all’interno della nostra struttura operativa e che, in specifiche esigenze può recarsi presso la struttura del Cliente per supportare o accelerare un processo di integrazione dell’ambiente applicativo acquisito.

Questo professionista lavora a stretto contatto con l’Analista ed il Sistemista informatico, costituendo quindi un team che individua le esigenze del committente e definisce i requisiti del software da creare o modificare. Il Programmatore si occupa di realizzare operativamente le applicazioni, scrivendo le istruzioni sotto forma di linee di codice basate su specifici linguaggi di programmazione di cui dovrà avere piena conoscenza ed esperienza. L’esecuzione da parte del sistema di tali istruzioni, in genere piuttosto complesse, consente agli utenti finali di servirsi della piattaforma fornita per svolgere al meglio le più diverse attività previste in sede di acquisto. Il lavoro del Programmatore non si limita a questo, le sue mansioni prevedono anche il collaudo e la messa a punto del software (messa in servizio), che consistono rispettivamente nell’identificazione e nella successiva eliminazione degli eventuali bugs applicativi o di configurazione, fino al raggiungimento della versione definitiva del programma con il relativo rilascio documentale.

La redazione della guida all’uso del software è un ulteriore compito al quale il Programmatore collabora con il Sistemista. Il Programmatore informatico è in grado di individuare gli strumenti di sviluppo del software, per creare un prodotto conforme alle specifiche progettuali indicate dall’Analista e richieste dal cliente. In particolare, deve conoscere i più diffusi linguaggi di programmazione, le principali regole della programmazione strutturata, le diverse tipologie di applicazioni software e i principali sistemi operativi utilizzati dai computer.

Deve, inoltre, possedere adeguate competenze grafiche e tecniche per determinare e verificare il livello di accessibilità e usabilità del programma in relazione alle esigenze e alla tipologia di utenti. È fondamentale, inoltre, essere capace di collaudare le applicazioni informatiche, gestirne la manutenzione ed infine, produrre la relativa documentazione. Per quanto riguarda le competenze di base, sono requisiti necessari un buon livello di cultura generale e la conoscenza della lingua inglese tecnica.

Sul piano personale il Programmatore informatico deve avere capacità di analisi e di interpretazione delle esigenze del cliente e una buona disposizione al lavoro di gruppo.

Le doti richieste a questo profilo sono:

  • Cultura Medio / Alta con specializzazione ad indirizzo tecnico / scientifico;
  • Conoscenza approfondita dei linguaggi di programmazione maggiormente diffusi;
  • Conoscenza approfondita sull’utilizzo dei pacchetti software quali MSOffice, inclusi MS Project, MS Visio, ecc.;
  • Capacità di lavorare in Team;
  • Capacità di lavorare per Obiettivi;
  • Discrete doti comunicative;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese;
  • Conoscenza approfondita delle problematiche tipiche delle piattaforme informatiche;
  • Conoscenza approfondita delle problematiche tipiche delle piattaforme di comunicazione (Telefoniche / IP);
  • Conoscenza approfondita delle problematiche di security in ambienti CTI (Computer & Telephony Integration).